top of page
  • Immagine del redattoreMarco Bazzoli

LA DIPENDENTE ITALIA

Aggiornamento: 2 ago 2023

di @MarcoBazz92


L'Italia, come si sa, è in una posizione di mezzo, un crocevia, la porta verso l'est del mondo. Questa posizione comporta il mantenimento di relazioni decenti con ogni parte in causa. Sia ad est che a ovest. Sia a Nord che a Sud. Relazioni decenti si intende commercio, soprattutto di materie prime, cosa di cui l'Italia ahimè è assai sguarnita. Ebbene, c'è poco da dire, non riusciremo mai ad essere uno Stato indipendente.

L'Italia ha pochissime materie prime in casa, la sua industria è fondata sulle PMI (piccole medie imprese), tutti fattori che ci penalizzano se i paesi con cui lavoriamo rallentano la crescita. Siamo grandi esportatori quindi totalmente dipendenti dalle nazioni che ci commissionano il lavoro. Gestire questa nostra dipendenza non è facile, soprattutto avendo un economia costantemente sotto pressione, perché, è inutile stare qui a raccontarcela di economia in ripresa, la nostra economia è in sofferenza da 10 anni. Minimo. E sicuramente i bonus a pioggia non la aiutano ma la drogano. Una parvenza di ripresa seguita da un tonfo. Ogni volta sempre più potente. Anche la situazione attuale non è delle migliori. Il nostro maggior committente, la Germania, ha un'economia in stallo (le ingenti risorse spese per la pandemia si fanno sentire) e per noi, finito il palliativo della stagione turistica, si prevede un fine anno duro. L'ennesimo.

La soluzione? Difficile trovarla. Una potrebbe essere staccarsi il più possibile dai mercati "storici", se così si possono chiamare. Cercare di diversificare l'acquisto di risorse e il lavoro pescandoli da fonti diverse e molteplici. Anche trovandone di nuovo. Può essere un rischio ma può dare anche respiro e tranquillità nel caso uno o più partner abbia momenti di crisi. D'altronde sul mercato bisogna essere cinici e sempre pronti a cogliere le opportunità, sempre pronti al cambiamento.

Ma forse queste sono solo le ipotesi di un giovane ragazzo che probabilmente saranno già state prese in considerazione da chi mastica di questa materia e giudicate irrealizzabili.

6 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments

Rated 0 out of 5 stars.
No ratings yet

Add a rating
bottom of page