top of page
  • Immagine del redattoreMarco Bazzoli

LA MORTE, CHE GODIMENTO…

Aggiornamento: 28 giu 2023

di @MarcoBazz92


Il genere umano, quindi anche lo scrivente, tende sempre ha porsi difronte alla morte facendosi influenzare dal pregiudizio. È più forte di noi. Muore Tizio, ben gli stà. Muore Caio, pianti e lacrime.

Questa tendenza si è potuta notare con la tragedia del Titan, il piccolo sottomarino imploso mentre tentava di raggiungere il relitto del Titanic. I 5 passeggeri sono morti e probabilmente i loro corpi resteranno per sempre sotto la custodia di Nettuno.

A quanto pare, leggendo qua e là su internet,

questi cinque individui si sono meritati questa fine e il motivo è che erano ricchi, ricchi sfondati. Il viaggio è stato pagato 250 mila dollari a persone da quel che si dice.

Ebbene non riesco a capire se il leggero compiacimento per la morte di queste persone sia dovuto all'immensa invidia o sia vera e propria cattiveria.

Resta la certezza che il decadimento del genere umano sta procedendo a tutto velocità e, stranamente, senza alcun intoppo.

22 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments

Rated 0 out of 5 stars.
No ratings yet

Add a rating
bottom of page